followers 13 popularity
21
following 14
Groups
LavoroGuadagno is not in any groups

Interests

Mi interesso di costruzione di reti commerciali indipendenti attraverso il Network marketing
Lavoro e guadagno | LavoroGuadagno

Lavori per i soldi o i soldi lavorano per te?

Sep 8th 2011 at 3:50 AM

 

Estratto dal libro “Padre ricco Padre povero” di Robert Kiyosaki

CoraggioLui continuò: “Vi è un’altra possibilità;  potresti essere uno di quelli senza coraggio, gli individui che abbandonano il campo ogni volta che la vita le pungola. Se sei fatto così, vivrai sempre cercando di metterti al sicuro, di coprirti le spalle, di fare le cose giuste risparmiandoti per un evento che non accadrà mai. Alla fine morirai vecchio e annoiato. Anche se avrai un sacco di amici fedeli che ripeteranno quanto sei stato onesto e lavoratore. Avrai vissuto un’esistenza tranquilla a eseguire le cose giuste. Ma la verità è che la vita ti avrà sottomesso. Nel profondo del cuore rischiare ti terrorizzava. Avresti voluto vincere, ma la paura di perdere sarà stata maggior dell’eccitazione che ti avrebbe dato la vittoria. Dentro di te, solo tu saprai che non ci hai nemmeno provato. Avevi deciso di giocare sul sicuro”.

Nuovo contatto oculare. Ci squadrammo per una decina di secondi, distogliendo lo sguardo solo dopo la ricezione del messaggio.

“Lei mi ha sballottato?” chiesi.

“Qualcuno potrebbe dire anche tiranneggiato”, disse sorridendo. “A me piace esprimermi così: ti ho fatto assaggiare la vita”.

“quale assaggio?” chiesi ancora arrabbiato, ma ormai più incuriosito. Perfino disposto imparare.

“Tu e mio figlio siete stati i primi in assoluto a domandarmi di insegnarvi a diventare ricchi. Ho più di 150 dipendenti, ma nessuno mi ha mai chiesto di divulgare le mie conoscenze finanziarie. Mi chiedono un posto e la busta-paga, mai di insegnare loro quello che so sul modo in cui funziona il denaro. Di conseguenza, la maggior parte di queste persone passerà gli anni migliori dell’esistenza lavorando per i soldi, senza comprendere ciò per cui lavorano davvero”.

Sedevo e ascoltavo con grande attenzione.

“Perciò quando Mike mi disse che volevi arricchirti, ho deciso di farvi prendere una direzione il più possibile vicino alla vita reale. Avrei potuto indottrinarvi fino a farmi scoppiare le vene del collo, ma le cose vi sarebbero entrate da un orecchio e uscite dall’altro. Quindi, ho deciso di farvi sballottare un po’ dalla realtà dopo di che, mi avreste ascoltato. Ecco perché vi ho promesso solo 10 centesimi”.

“E qual è la lezione appresa lavorando per 10 centesimi all’ora?” chiesi. “Che lei è avaro e sfrutta i suoi operai?”

il padre ricco si appoggiò sullo schienale e si mise a ridere di cuore. Poi dopo essersi calmato spiegò: “Faresti meglio a cambiare il tuo punto di vista. Smettila di darmi la colpa e di credere che sia io il problema. Se ragioni così, devi cambiarmi. Se invece ti rendi conto che sei tu il problema puoi cambiare te stesso, imparare qualcosa e diventare più saggio. Molti vogliono che siano tutti gli altri cambiare, tranne se stessi. Lascia che te lo dica: è più facile cambiare se stessi che cambiare gli altri”.

“Non capisco” dissi.

“Non incolparmi per i tuoi problemi”, precisò lui con una certa impazienza.

“Ma se mi paga solo 10 centesimi…”

“Dunque, cosa hai imparato?” mi domandava con aria benevola.

“Che è uno spilorcio”, dedussi con un ghigno.

“Vedi, tu pensi che il problema sia in me”, replicò.

“Ma è così”.

“Va bene, continua a tenerti questa convinzione e non imparerai niente. Tieni ancora questo atteggiamento, accusami: che scelte ti restano?”

“Se non mi retribuisce meglio, se non mostra maggior rispetto per me e non mi insegna nulla me ne vado”.

“Ben detto”, arguì lui. “Proprio quello che fa la maggior parte della gente. Si licenzia per cercare un altro lavoro, un lavoro migliore o meglio retribuito, ritenendo che la nuova professione o il salario incrementato risolvano il problema. Nella maggioranza dei casi però non lo risolvono”.

“E allora, cosa lo risolve?” chiesi. “Accettare con compiacenza questi miseri 10 centesimi all’ora?”

Sorrideva di nuovo “E’ quello che fanno altri. Accettano una busta-paga da sussistenza nella consapevolezza che loro e la loro famiglia dovranno sempre barcamenarsi con problemi finanziari. Ma non fanno altro, aspettano un aumento di stipendio nella convinzione che qualche dollaro in più risolverà il problema. Lo accettano, disposti anche a sgobbare in un secondo lavoro, per il quale riceveranno un’altra ricompensa da fame”.

Fissavo il pavimento cominciando comprendere la lezione che il padre ricco mi stava impartendo. Riuscivo a cogliere il primo assaggio di quello che è la realtà. Infine, ho rialzato la testa e ripetuto la domanda “Dunque, cos’è che risolve il problema?”

“Questo” mi spiegò toccandomi delicatamente sulla tempia. ”La cosa che sta tra un orecchio e l’altro”.

il padre ricco non si stancava di ripetermi questo punto di vista, che possono descrivere come lezione numero uno.

“i Poveri e il ceto medio lavorano per i soldi. I ricchi costringono i soldi a lavorare per loro”

Sito Articolo

 

0 comments
Please to comment

sign in

Username
Password
Remember Me


New to IM faceplate? join free!

Lost Password? click here